ESTATE 2021
Programma completo 2020/2021
  • 09/05/2021     CAMOGLI-SANTA MARGHERITA LIGURE

Partenza da: Camogli loc. San Rocco (GE) - Arrivo: Santa Margherita Ligure (GE)
Dislivello: 400m - Tempo totale 6 h   Sentiero T2  -   Giro ad anello
E’ considerata una classica escursione in terra ligure, e si svolge interamente nello splendido scenario del parco di Portofino. Luoghi incantevoli, stretto tra il mare e la montagna, il sentiero si fa strada tra fasce di ulivi, boschetti e rocce a strapiombo sul mare. Scopriremo insieme la piccola baia che ospita l'abbazia di San Fruttuoso, eterna dimora della famiglia Doria. La nostra escursione partirà da San Rocco, posto in posizione privilegiata rispetto Camogli e qui ci porteremo verso il monte che sovrasta il parco e in località Pietrestrette, scenderemo verso san Fruttuoso. Dopo una breve sosta rigenerativa, saliremo ancora verso il promontorio e qui con sentiero agevole, raggiungeremo la celebrata località di Portofino. Per proseguire verso Santa Margherita Ligure ora ci saranno due possibilità: In battello o in circa 1 ora a piedi su strada carrozzabile.  

  • 23/05/2021   SENTIERO DEL FIUME 830m                 

Valsassina (LC) -  Giro ad anello
Partenza da: Somana (LC)
Dislivello: 550m - Tempo totale: 4h Sentiero E/EE - T3
All’interno della profondissima gola della Valle di Era, alle spalle di Mandello del Lario, scorre il Sentiero del Fiume, un facile percorso, attrezzato con catene nei punti più esposti e scivolosi, che tra cascate, cascatelle, pozze, marmitte dei giganti, guadi, tratti rocciosi e lo spumeggiare dell’acqua, offre un’escursione ricca di emozioni e, sicuramente diversa dal solito. Partendo dalla frazione Somana (350 m circa), si percorre il sentiero 15 B, lungo la Valle dell’Era ed il torrente, per giungere in circa 1 ora e mezza all’ Alpe di Era (832 m), in una verde tranquilla conca, dove si trova una chiesetta risalente al 1938. Per il rientro effettueremo un percorso ad anello, percorrendo la Val Meria, fino alla frazione di Rongio (350 m circa). Per amanti delle acque limpide!

  • 06/06/2021    GLI INCANTEVOLI VILLAGGI WALSER di SALECCHIO 1555m

Val Antigorio (VB) – Giro ad anello
Partenza da: Passo – Val Antigorio (VB)   Dislivello: 780 mt – Tempo totale: 6 h  Sentiero E – T2
L’escursione giornaliera ha come meta principale l’antica colonia Walser di Salecchio, fondata nel XIII secolo in valle Antigorio e non più abitata stabilmente. Le case raggruppate attorno alle grandi fontane, le chiese affrescate, la fornace per la calce, l’antica segheria, il forno del pane, la vecchia scuola si conservano ancora oggi e rappresentano un esempio evidente di quella Alpwirtschaft, strategia di sopravvivenza in alta quota, di cui i coloni Walser furono maestri. Questa popolazione di origini alemanne per secoli ha presidiato le località più isolate di alcune vallate ossolane integrando agricoltura e allevamento, salvaguardando l’ambiente naturale e conservando la cultura e le tradizioni d’origine. Bellissimo giro ad anello, percorrendo per il ritorno la famosa Sbrinz Route, senza eccessive difficoltà, ma testimone di una grande tradizione montana! Per amanti delle antiche tradizioni montane!!

  • 20/06/2021    ALPE MACCAGNO 2493m

Riva Valdobbia (VC) - Quota: 2493m slm
Partenza da: Ca d’Janzo
Dislivello: 850m - Tempo salita: 3h Sentiero E/EE - T3
Il Maccagno, rinomato e storico alpeggio a 2188 m. si adagia su un piano erboso in una conca ampia e luminosa, ingentilito da due laghetti e sovrastato ad oriente dal Monte della Meia (2812). Ci si incammina in piano tra le varie frazioncine con caratteristiche costruzioni Walser. Una volta raggiunto il ponte napoleonico ci si sposta sull’altra riva e si prosegue tranquillamente nel fondo valle. un caratteristico passaggio su gradoni in pietra permette di raggiungere i 1800m. Poco oltre si attraversa di nuovo il corso d’acqua che allieta tutto il percorso. Un ulteriore piccolo strappo permette di raggiungere i 2000 da dove oltre il colletto Alpe Maccagno e Lago Nero diventano ben visibili.

  • 04/07/2021   SENTIERO GLACIOLOGICO MARSON 2638m

Val Malenco  - Giro ad anello
Partenza da: Diga di Campomoro (SO)
Dislivello 650 mt - Tempo totale: 6.5h sentiero E/EE - T3
Si tratta di un’escursione spettacolare per i grandiosi segni della presenza del ghiacciaio (rocce montonate, solchi, massi erratici). Il sentiero permette inoltre di introdurre con consapevolezza escursionisti, visitatori e turisti alle peculiarità dell’ambiente glaciale. Il percorso si snoda nella piana antistante la fronte, toccando i punti utilizzati dai glaciologi per effettuare le misure nel corso degli ultimi cinquant'anni. Su sentiero medio-facile si raggiunge il ghiacciaio di Fellaria, uno dei maggiori delle alpi centrali. Dal parcheggio del Rifugio Zoia si prosegue sulla strada che porta alla Diga di Gera. Una volta saliti sul muro della diga, lo si attraversa e si prende il sentiero che conduce al rifugio Bignami. Dal rifugio si prosegue per l'Alpe Fellaria e si seguono le indicazioni per il sentiero glaciologico (bolli BLU). Il sentiero glaciologico si divide in tre percorsi (A B e C), collegati tra loro. Per raggiungere la lingua del ghiacciaio (Fellaria Orientale) e il lago glaciale, la via più breve è quella che segue direttamente sentiero C. Al rientro, una vota raggiunto il rifugio Bignami, è possibile optare per il giro del lago, passando per l'alpe Gembrè.

  • 18/07/2021   SENTIERO ALPINO CALANCA 2350m

Val Mesolcina (Canton grigioni – CH) –  Partenza da: San Bernardino - giro ad anello
Dislivello: 700 mt Tempo totale 7h Sentiero E - T3
Il sentiero Alpino Calanca è un classico, una perla tra i trekking di due o più giorni. Il sentiero d'alta montagna attraversa i ripidi fianchi della catena montuosa orientata nord sud che divide le valli del Grigioni meridionale Calanca e Mesolcina.
Noi quest’oggi ne percorreremo una parte: nostro punto di partenza il villaggio di S. Bernardino. Saliremo verso il famoso Pass di Passit e qui incroceremo il sentiero che seguiremo fino a ritorno in paese. Per il suo tracciato e il terreno alpino e variegato, il sentiero è qualcosa di particolare. Meravigliosi laghi di montagna, panorami mozzafiato, vedute in profondità e con un po' di fortuna anche qualche animale selvaggio. La maggior parte del tempo si cammina al di sopra di 2000 m oltre il limite della vegetazione arborea, su pendii pieni di rododendri e radi boschi di larici. L’escursione di circa 15 km porta inoltre attraverso bacini montani spogli e imponenti e diletta l'escursionista con i suoi contrasti audaci nonché i suoi maggenghi unici. Per gli amanti dei luoghi selvaggi.

  • 01/08/2021  MONTE BARDAN 2812m

Valle Spluga – Giro ad anello 

Partenza da Starleggia (SO)  Dislivello mt 1250   Tempo salita:N 4h- Sentiero E -T4
La Val Chiavenna è oggi la nostra meta. Cima poco conosciuta, questa del Monte Bardan è però balcone spettacolare sulla valle sottostante e su tutta la vicina Val Bregaglia. Compiremo un bellissimo giro ad anello, che partendo dal paese di Starleggia, ci porterà dapprima allo splendido borgo di San Sisto e poi attraversando il Pian dei Cavalli dove nelle vicinanze sono stati rinvenuti reperti archeologici che testimoniano l’uso di questo luogo da parte dell’uomo già 7000 anni fa, ci portiamo allo splendido Lago Bianco (m. 2323) circondato dalle pietraie della cima e quindi arriveremo alla nostra meta (mt 2812) ampia vetta con il suo ometto. Il rientro lo faremo dalla vicina valle di Starleggia, per completare il nostro spettacolare giro e arrivare così di nuovo a San Sisto e quindi al punto di partenza. Per chi ama i posti poco frequentati!

  • 05/09/2021  GIRO 5 RIFUGI VAL FORMAZZA 2960m

Val Formazza (VCO) -  Giro ad anello
Partenza da Diga di Morasco (VCO)
Dislivello: 1350mt - tempo totale: 8h - Sentiero EE – T3/T4
Bella e impegnativa camminata sui sentieri che collegano i rifugi alti della Val Formazza. Lasciate le macchine alla diga del Lago di Morasco si costeggia il lago e si prende il sentiero per il rifugio Mores che risale la valle lungo il corso del Rio del Sabbione. Dal Rifugio Cesare Mores (2505) si attraversa la corona della diga del Lago del Sabbione (2466), si prosegue su comodo sentiero che sale dolcemente fino al Rifugio Claudio e Bruno (2710). Un sentiero su tornanti sempre più ripidi porta al rifugio 3A (2960). Si scende nella conca che ospitava il Ghiacciaio dei Camosci raggiungendo un pianoro da dove si risale sulla collina del Rifugio Città di Busto (2480). Si scende alla piana dell'alpeggio del Battelmatt (2112) e si prosegue fino al Lago di Morasco chiudendo l'anello. E'possibile accorciare il percorso raggiungendo il rifugio Città di Busto direttamente dal Mores, evitando il tratto del Claudio e Bruno e 3A.

  • 18-19/09/2021  2 GIORNI SUL MONTE PASUBIO

Valli del Pasubio  ( Schio – VI)    mt 1928 
1°  giorno: Partenza da: Pian delle Fugazze – Strada degli Eroi - Rifugio A. Papa  ( mt 1928)
dislivello  800 mt  -  tempo  3 h  -  sentiero E  -  T2  - pernottamento in rifugio. 
2° giorno: Partenza da: Rifugio A.Papa – Dente Italiano (2200 mt) – Dente Austriaco – Cima Palon- Rifugio V. Lancia. – Dislivello 300 mt – tempo totale 7 h – sentiero E/T2 - Giro ad anello.
Continuano le nostre escursioni nei luoghi della Grande Guerra. Questo Week end lo trascorreremo alle pendici del Monte Pasubio, compiendo e ultimando il percorso iniziato l’anno scorso con la strada delle 52 Gallerie. Il 1° giorno saliremo dalla Strada degli Eroi e nel pomeriggio arriveremo al rifugio dove pernotteremo. Il 2° Giorno sarà dedicato interamente a percorrere il suggestivo e sacro altipiano teatro della guerra tra Italiani e Austriaci. Saliremo sul Dente Italiano e su quello Austriaco, visitando ove possibile le gallerie scavate dai soldati, fino ad arrivare al rifugio V. Lancia, da cui compiendo un bellissimo e suggestivo giro ad anello, torneremo verso il nostro punto di partenza per il ritorno verso casa. Itinerario Storico – Culturale per amanti della nostra storia!
 

  • 04/10/2021   LAGO DI POJALA 2305m

Partenza da: Alpe Devero (VB) - Giro ad anello
Dislivello: 800 mt -   tempo totale 6h  -  sentiero E – T2  
Proseguiamo nel nostro intento di perlustrare questo bellissimo angolo del Piemonte che è l’Alpe Devero e le sue valli antistanti. Il lago di Pojala è un laghetto di circo posto in una conca solitaria poco sopra l’omonimo alpeggio che per secoli fu il più cospicuo dell’insediamento Walser di Agaro. Sono luoghi di solitudine dove il silenzio è rotto dal vento che soffia libero sulle praterie e dal fischio impaurito delle marmotte. L’itinerario che abbiamo scelto per concludere le escursioni estive è un percorso ad anello che permette di conoscere due volti di queste montagne: gli alpeggi abbandonati (Valle e Naga) e quelli ancora caricati (Sangiatto e Pojala), immersi nei bellissimi colori autunnali che fanno da cornice a questo bellissimo affresco!! Da non perdere!!